Fidelizzazione del paziente: 3 strategie di facile applicazione

bambino sorriso foglio fidelizzazione

Come fidelizzare un paziente? Partiamo da un parallelo con un altro mondo almeno altrettanto competitivo, quello del business “puro”: in tal caso, parleremmo di “fidelizzazione del cliente”.

La fidelizzazione è un legame di tipo commerciale e personale, stabile e costante nel tempo, che si instaura con il cliente, che diventa parte attiva di questo legame per i vantaggi che ottiene. Funziona così anche con i pazienti.

Un paziente fidelizzato è il tuo più efficace testimonial

Così come nel mondo del business un cliente “fidelizzato” sarà il più credibile testimonial del valore di un prodotto o di un servizio, allo stesso modo un paziente fidelizzato metterà spontaneamente in atto una preziosa opera di promozione del tuo studio: tramite il “passaparola” con amici e parenti, e attraverso internet, con recensioni e commenti positivi su blog e portali medici.

Scopri di più su come ottenere recensioni positive dai tuoi pazienti in una nuova guida gratuita: 

Scarica l'eBook gratuito

 

Quelle che seguono sono tre strategie che ti permetteranno di fidelizzare i tuoi pazienti in modo semplice ed efficace.

 1. Cura il più possibile la comunicazione medico-paziente

Saper sostenere delle conversazioni gradevoli e affabili con i pazienti è la prima tecnica di fidelizzazione del paziente: tutto ciò che devi fare è osservare pochi, semplici accorgimenti.

  • Per quanto tu possa essere concentrato su qualcosa di importante durante la visita, cerca di guardare il più possibile negli occhi il paziente e di mostrarti interessato a lui/lei e a ciò che ti racconta: un paziente che si sente più vicino umanamente al medico riesce a superare con più facilità l’ansia di un esame o di un check-up, e tornerà volentieri da quel medico in futuro.
  • Invia un SMS di benvenuto a ogni nuovo paziente poco prima della visita. Non è una pratica così comune ed è senza dubbio una novità inaspettata ma piacevole per chiunque, che ti permetterà facilmente di “spiccare” rispetto ad altri medici del tuo stesso campo. Inoltre, ti servirà anche a ricordare al paziente del vostro appuntamento.

 2. Non sottovalutare l’importanza della sala d’attesa

In numerose occasioni, i pazienti spendono più tempo ad aspettare il proprio turno nella sala d’attesa che nello studio a effettuare la visita vera e propria: per questo è necessario allestire una sala d’aspetto che sia il più possibile accogliente e comoda. Ecco qualche suggerimento a riguardo:

  • Scegli delle sedie, delle poltrone e un arredamento belli e confortevoli per la sala d’aspetto.
  • Fornisci qualcosa da leggere ai pazienti (giornali, magazine, ecc.).
  • Abilita una rete wi-fi per permettere ai pazienti di navigare su internet.
  • Se lo spazio te lo permette, allestisci una piccola “area giochi” per i bambini.
  • Installa una macchinetta del caffè e/o un distributore di snack e bevande fresche.

 3. Coltiva la relazione con il paziente anche dopo la visita

Mantenere salda la relazione medico-paziente anche dopo la visita è una strategia vincente per fidelizzare i nuovi pazienti. Quali sono i metodi migliori per farlo?

  • A fine visita, ricorda al paziente l’importanza del successivo appuntamento: così facendo, il paziente si sentirà al centro della tua attenzione.
  • Contatta telefonicamente il paziente una volta dopo la visita, per sapere come procede il trattamento o la cura che gli hai suggerito.

Il paziente, come qualsiasi essere umano, è una creatura abitudinaria, ma al contempo sa apprezzare le novità, soprattutto se dal suo punto di vista introducono un miglioramento apprezzabile: la tua capacità di sorprendere costantemente il paziente con le tue doti organizzative e comunicative creerà un proficuo rapporto di lunga durata con esso.